top of page

Comunicato stampa 25 Gennaio 2024

La Regione Lombardia, in data 22 gennaio 2024 ha emanato una delibera in netto contrasto con il DPCM siglato il 09 Marzo 2022. Il decreto, risultato di lunghe discussioni e precisazioni tra i sindacati dei lavoratori, associazioni datoriali e rappresentati del ministero, definisce con chiarezza assoluta che:

  1. la professione di ASO (Assistente di Studio Odontoiatrico) può essere svolta solo ed esclusivamente da personale in possesso di attestato abilitante o con titolo equipollente.

  2. che solo gli ASO, qualificati o equipollenti possono svolgere tutto un elenco di mansioni precise riportate nel mansionario allegato al DPCM. Tale mansionario comprende tutto ciò che riguarda l’accoglienza e la dimissione del pz, l'assistenza in sala operativa odontoiatrica, la segreteria e la gestione contabile, l'archiviazione dei dati delle radiografie e del materiale iconografico, il riordino, la decontaminazione, la disinfezione e la sterilizzazione dello strumentario, la preparazione delle sale operative ecc.

In contrasto con tale DPCM la delibera della regione Lombardia individua percorsi formativi alternativi in palese contrasto con le direttive nazionali.

Il Sindacato Italiano di Odontoiatria democratica (SIOD), che al percorso preparatorio ha lungamente partecipato, ritiene inaccettabile tale delibera e ne richiede la revoca in quanto in netto contrasto con il DPCM che ha configurato il profilo professionale degli ASO e il relativo percorso di studi obbligatorio.


Giulio Cesare Leghissa

Segretario Generale SIOD


18 visualizzazioni

Post correlati

bottom of page